Blog - Medianew

your satisfaction, is our passion
Media Blog
Media Blog
Media Blog
Media Blog
Vai ai contenuti

L'Europa vuole costruire la prima internet quantistica. Accordo tra la Commissione Europea ed Esa.

Medianew
Pubblicato da in Web ·
Accordo tra la Commissione europea e l'Esa per realizzare reti di comunicazione basate sulla meccanica quantistica, costruendo infrastrutture a terra da collegare ai satelliti nello spazio.

di Luca Zorloni per Wired

Bruxelles – L‘internet quantistica è l’orizzonte a cui guarda l’industria delle telecomunicazioni. Una rete ancora più sicura e veloce, basata sulle regole della meccanica quantistica e sul comportamento di fotoni ed elettroni. Per esempio, nel caso delle guerre che si giocheranno nel quinto dominio delle potenze mondiali, come la Nato ha definito il cyberspazio, l’internet quantistica è una risposta: genererà chiavi crittografiche molto più resistenti alle incursioni degli hacker. Per questo l’Unione europea corre per tagliare il nastro per prima.

Il 9 aprile la Commissione europea ha posato la prima pietra per costruire reti di comunicazioni quantistiche. Al terzo Digital day (il vertice annuale sullo stato delle politiche dell’innovazione) la Direzione generale per le comunicazioni (Dg Connect) ha siglato con l’Agenzia spaziale europea un accordo per realizzare la prima infrastruttura quantistica del vecchio continente. La rete utilizzerà la costellazione di satelliti comunitari per trasferire velocemente dati critici, informazioni militari e progressi scientifici in un formato ancora più protetto dai rischi di cybersecurity.

Dalla terra allo spazio

L’accordo prevede che la Dg Connect finanzi una rete quantistica per collegare gli snodi critici a terra: siti della difesa, centri di ricerca, data center. L’Esa invece si occuperà del cielo. In particolare, il programma Saga, focalizzato proprio su comunicazioni crittografate, studierà come collegare in modo sicuro le reti terrestri ai satelliti attraverso le regole della meccanica quantistica, coprendo così l’intero continente.

“Le comunicazioni quantistiche possono proteggere i dati sensibili e le infrastrutture digitali dell’Europa per i prossimi anni”, ha dichiarato Roberto Viola, direttore generale della Dg Connect. E oltre alla cybersicurezza, ha aggiunto, offrono applicazioni in campi come “le firme digitali, l’autenticazione e la sincronizzazione degli orologi”. “Solo stimolando l’innovazione l’Europa può collocarsi all’avanguardia della tecnologia e in nessun altro campo questo è tanto critico come in quello delle comunicazioni sicure”, osserva Magali Vaissiere, a capo della divisione telecomunicazioni e applicazioni integrate dell’Esa.

Finanziamenti in campo

Lo scorso ottobre la Commissione ha siglato un finanziamento da un miliardo di euro per il programma sulle tecnologie quantistiche, della durata decennale, che copre, oltre alle telecomunicazioni, informatica, misurazioni, scienza di base e modelli di simulazione. Ed entro giugno Bruxelles punta ad assegnare già 15 milioni per i progetti legati allo sviluppo di chiavi quantistiche, un sistema avanzato di protezione delle informazioni.

Agricoltura e arte

Al terzo Digital day, inoltre, la Commissione ha siglato tre impegni per lo sviluppo tecnologico in agricoltura, nella conservazioni dei beni culturali e per promuovere l’accesso delle donne all’economia della conoscenza. L’agricoltura di precisione, basata su sensoristica diffusa e sull’elaborazione dei dati, punta a rendere più efficiente il settore primario, che oggi assorbe la maggior parte degli aiuti europei, e diffondere la digitalizzazione nelle aree rurali, che difficilmente riescono a ripagare da sole gli investimenti degli operatori privati e perciò sono rimaste indietro nello sviluppo delle reti di telecomunicazioni.



Via Quartieri 11/13 - Santo Stefano di Camastra - [98077 - Messina]
Partita IVA 02039470832 - C/F RCCPTR71T12I199H - REA 167974
Phone +39 [0921] 331443 - Mail info@medianew.it

© Media di Pietro Ricciardi
Via Quartieri 11/13
Santo Stefano di Camastra - [98077 - Messina]
Partita IVA 02039470832 - C/F RCCPTR71T12I199H
Phone +39 [0921] 331443 - Mail info@medianew.it
© Media di Pietro Ricciardi
Torna ai contenuti